Sentiero Rusca

L’intervento ha permesso di recuperare, ai fini di una fruizione ciclabile, il sentiero Rusca, nel Comune di Torre S. Maria, per un tratto di 1400 m. Il tracciato, presente in forma discontinua, segue l’itinerario secolare, percorso da Nicolò Rusca, che da Sondrio, attraverso la Valmalenco ed il Passo del Muretto, scende nella Confederazione Elvetica e conduce al passo del Maloja.

Per favorire la percezione e il godimento del paesaggio e dell’ambiente naturale, il progetto ha previsto la realizzazione del primo tratto della ciclabile in fregio al torrente Mallero, in una zona che non presentava una difesa spondale continua ed era soggetta a esondazione. Tale scelta ha implicato di rimodellare l’alveo, con la creazione di opere di difesa spondale secondo i dettami dell’ingegneria naturalistica (scogliera rinverdita in massi ciclopici, modellazione in terra dell’argine superiore e utilizzo di biostuoia per la protezione delle superfici acclivi). Nel tratto centrale, a causa di un fenomeno localizzato di erosione del versante, accompagnato da caduta di massi sul percorso, si è intervenuti con il consolidamento della frana mediante il rivestimento con rete metallica e idrosemina.

La pavimentazione della pista ciclabile, costituita da un massetto ciclabile e drenante (Biostrasse), composto da aggregati lapidei, con legante cementizio ed additivi eco-compatibili, e la posa di un parapetto in legno di pino consentono sia di garantire il transito del percorso in sicurezza, sia di ottimizzare l’inserimento ambientale dell’opera e la sua durata nel tempo.

Le scelte progettuali hanno permesso di raggiungere l’obiettivo della qualità, nel rispetto dei costi previsti, e garantiscono la manutenzione e la gestione della pista lungo il suo ciclo di vita, nell’ottica della valorizzazione del territorio e della salvaguardia dell’ambiente.

 

 

Torre S. Maria (Sondrio)

 

photos:   © Modix

1/1